h1

giugno 25, 2009

Tutto è diventato estraneo a me, non sfiora neppure il mio pensiero, anzi scivola via con molta leggerezza e superficialità senza incunearsi nelle porosità e irregolarità della mia mente. Ho raggiunto l’acme e adesso nulla più mi tange. A volte vengo catturata dagli scintillii di comete passeggere, ma appunto sono solo comete… Ho scoperto l’intellegibile e adesso il resto non può che apparirmi superfluo, vano, insignificante. Qualsiasi tipo di approccio con un essere umano xy è da me rifiutato. Considerata quasi come un’ appestata manzoniana da rinchiudere e isolare cerco di ghettizzarmi, ma c’è qualcosa che continua a brillare di luce propria e continua ad affascinare i passanti. Luce fioca prossima allo spegnimento si autoalimenta. Sarà l’energia prodotta dalla dura lotta alla sopravvivenza. Chissà se si rinvigorirà o cesserà del tutto….

Annunci

2 commenti

  1. yo


  2. Mia cara, quanto mi ricordi ..me.
    E’ una fase, passerà, ma tu aiutala affinchè non si fossilizzi in te.
    I Fossili come sai sono duri a morire
    e il tuo cuore (basta leggerti) pulsa.
    Quando uscirai da un giusto guscio che ci si crea per proteggersi (opinione personalissima) aprirai gli occhi e vedrai un mondo nuovo.
    Non sono una persona ottimista, forse ho solo vissuto esperienze simili alle tue.
    Tutto si crea e nulla si distrugge.
    E non si può “distruggere” un cuore che pulsa.
    Aiutalo.
    Fidati di lui.

    Un abbraccio



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: