Archive for marzo 2009

h1

Incontri e unioni casuali

marzo 31, 2009

Le vite degli uomini scorrono come binari solitari verso infiniti diversi seguendo traiettorie distinte e separate. Questi, a volte, si intersecano e si intrecciano, percorrono km e km e poi si separano continuando il proprio percorso verso mete diverse. A volte l’incontro è preannunciato. I rumori di sottofondo e gli scossoni sono il preavviso. Altre volte, invece, l’incontro è accidentale.
Dopo vari incontri ho deciso di proseguire il mio cammino, solitaria e silenziosa, raccogliendo i cocci degli incontri che hanno causato danni al mio binario. Non è stato facile ricostruire, o meglio rimodellare, il binario. I danni sono stati tanti, alcuni pezzi sono andati perduti e il binario si è indebolito molto.
Durante la riparazione è stato affiancato da un binario più vigoroso con rotaie di acciaio massiccio provate dagli insulti del tempo e dell’esperienza. Accidentalmente i due binari si sono incrociati e hanno proseguito insieme inconsciamente sostenendosi vicendevolmente. Oggi ne è stata presa coscienza.
h1

Need of love

marzo 12, 2009

h1

E' accaduto, accade, accadrà

marzo 9, 2009

Probabilmente cadrò di nuovo, come è già successo tante volte. 

Ero lì… ne stavo venendo fuori quando ho perso l’equilibrio e sono caduta giù ancora una volta.

Ancora una volta nella tana del lupo.

Ancora una volta nell’avvoltoio.

Ancora una volta l’animo infranto.

E’ accaduto centinaia di volte, forse migliaia e non sono bastate per farmi scorgere la realtà. Troppo accecante e diversa dall’abitudine, troppo crudele e insostenibile dal mio animo fragile.  Animo malato, sudicio di dolore, di sofferenza. Cancro che si espande cm dopo cm e conduce inevitabimente alla fine. L’unica soluzione è eradicarlo. E’ arrivata l’ora.

Forse è accaduto, ma NON ACCADRA’ PIU’. Quel male mi ha tolto la vita.

"Sei stato tu a scegliere
Solo bugie per vincere
Anche stanotte vuoi distruggermi
Come fai sempre

Non voglio piu’ combattere
Il cuore e ‘ un arma da fottere
Le tue parole sono lividi
Sulla mia pelle

….

Lasciami il tuo silenzio
Spegni la voce
Le luci accese
Grazie.
"