Archive for febbraio 2009

h1

OFF

febbraio 21, 2009

La sera è calata. 

Il silenzio è sceso.

Il buio ha avvolto le strade, le case, i corpi stanchi.

Una lucetta continua a illuminare una scrivania stracolma di libri, appunti. Quella luce vuole essere simbolo di speranza. Posso aggrapparmi solo a quella a questo punto. Il corpo è stanco, senza forza. Le ultime energie mi stanno permettendo di articolare i muscoli della mano per adagiarla sulla tastiera e immortalare questi pensieri. I gomiti non reggono. Le palpebre semi-socchiuse reggono con fatica la pesantezza della giornata e stanno perdendo la perfetta armonia con i comandi nervosi che ricevono dalla mia corteccia. Contorni violacei.

La giornata volge al termine anche per me.

Annunci
h1

Solo una corda

febbraio 20, 2009

Quel legame apparentemente solido, indistruttibile, incorrompibile, inattaccabile, indissolubile, quasi sacro ed eterno ha ceduto. Quel vincolo si è sciolto, forse non volutamente, ma i fatti e le circostanze hanno portato alla fine. Quella unione desiderata e combattuta non ha retto agli insulti esterni.

Quell’amore, come corda ispessita dal tempo e dalle toppe aggiunte per coprire i cedimenti,  mi teneva unita  a te per il cuore o,per meglio dire, per l’anima.

Quella corda ha cominciato a stringere, ad avvolgersi intorno a me.

Prima una volta, poi due, poi un’altra volta ancora. Prima il torace, poi gli arti, i polsi. Ha cominciato a fare male. Ha lacerato la carne lasciando piccole ferite sanguinanti. Mi ha circordato lentamente, ma saldamente. Ha cominciato a togliermi il respiro. L’aria pesante. Ogni mio movimento era vincolato. Ogni mia azione dipendente da quelli della corda. Ho lottato per liberarmi. Ogni mia contrazione, non solo dei muscoli, ma anche della mente è stata dominata. Adesso non ho più forze. 

Mi sono ribellata e la corda ha ceduto.

h1

Fiore nel grigio-nero

febbraio 18, 2009

Questa è l’immagine che potrei dare di me in questo momento. Vedo tutto grigio, anzi dovrei dire nero, ma qualcosa comincia a schiarirsi. E’ stato nero per troppo tempo. 

Un fiore appena sbocciato, delicato, indifeso, costretto a lottare di fronte alle intemperie per resistere, per dare segno di sè. Quel fiore è stato seminato e concimato in un terreno molto fertile e possiede tutte le potenzialità per crescere vigoroso e forte nonostante gli attacchi atmosferici abbiano cercato di sradicarlo. Darà prova del suo splendore e della sua bellezza interiore…allora tutti resteranno ammutoliti, accecati estasiati ad ammirarlo.

h1

Amore e illusione

febbraio 14, 2009

Ogni rosa, anche la più bella e la più splendente, nasconde le sue spine.

 Oggi è quel giorno in cui le coppie rinnovano le loro promesse d’Amore, innalzano simulacri all’Amore, si festeggia l’Amore. Tutto comincia la mattina con sms i cui contenuti sono solo frasi romantiche.

Citofonano a casa di Lei… "Chi è?"

 La risposta:"Fioriiii"

Il viso di Lei si illumina. Mazzo di rose rosse. Si intravede un biglietto. Il mittente. "Amore mio, ti amo più di ieri e meno di domani"(o roba simile).. Lei passa l’intera giornata fuori tra parrucchiere, estetista, in giro per comprare qualcosa di carino da indossare. La sera arriva.

Lui passa a prendere Lei.

Bacio. Comincia lo spettacolo….

Vi sono varie scene che possono prendere forma:

1. Cena in ristorante super-lussuoso con tanto di violinista con dopo cena su una suite stracolma di palloncini a forma di cuore con tante frasi romantiche,tanti baci Perugina (ovviamente!!!!) e petali di rosa sul letto. Regalo: anello con tanto di brillante e brindisi con champagne.

2. Cena in ristorantino con dopo cena in riva al mare a guardare le stelle. Scambio di regali…peluches e baci Perugina

3.Cena in pizzeria e dopo cena al cinema.

4. Cena a casa di Lui e dopo cena davanti la tv ad amoreggiare.

I luoghi e le persone cambiano, ma la musica è sempre la stessa… fiori, regali, baci Perugina (che intanto si è arricchita alla faccia dell’Amore!), cene.

E questo me lo chiamate Amore?!?!

Dietro alle promesse, alla festa e a tutte queste prese in giro dove sta l’Amore? E’ bello illudersi e autoconvincersi che l’uomo che abbiamo accanto ci ama. Non si misura l’Amore in base al lusso del ristorante in cui siamo stati portati, o in base al numero dei brillanti o dei carati del diamante incastonato sull’anello che abbiamo ricevuto, o in base al costo del regalo ricevuto.

 Amare vuol dire crescere insieme, nutrirsi giorno per giorno l’uno dell’altra, sostenersi a vicenda nei momenti difficili, volere solo il bene reciproco, camminare a fianco, credere l’uno nell’altra, fidarsi ciecamente, donarsi senza la pretesa di ricevere. Questo è amore. Amore è guardarsi negli occhi e leggere l’anima dell’amato. Amore non è sofferenza, non è illusione, non è ossessione, oppressione, morbosità. Amore non è bugia, non è menzogna, non è tradimento,  non è lite. Amore non è odio, non è egoismo, non è menefreghismo, non è disinteresse, non è INDIFFERENZA.

Una che ha amato.

h1

A piedi nudi

febbraio 13, 2009

Sensazione di freschezza, spontaneità, naturalezza nel camminare a piedi nudi. Alta sensibilità che permette di percepire le piccole cose (a volte non gradevoli!) insignificanti che si trovano sotto di noi. Vorrei poter danzare a piedi nudi e sognare ad occhi aperti in una serata autunnale con una leggera fitta pioggia che mi permea, mi attraversa purificandomi, lavandomi dall’onta che mi ha distrutto psicologicamente. Sono troppo razionale per poter agire con naturalezza e d’istinto. Ormai ogni mia azione deve essere pensata e ripensata per  non lasciare alcuno spiraglio di critica al prossimo. Vorrei tornare a camminare a piedi nudi…

h1

Riflettendo..

febbraio 10, 2009

Credo che non sia l’abito a fare il monaco, anche se per molti è importante, quasi fondamentale, sapere se sei liscia o sei riccia, se hai gli occhi chiari o scuri, se sei magra o grassa, se sei alta o bassa, se sei prosperosa o meno. Vorrei tanto capire perchè il culto della bellezza ha trionfato su tutto il resto… Forse interloquire con una persona esteticamente gradevole può sollevare il livello della conversazione o può rendere più interessante il dialogo? ! e poi cos’è la bellezza? cos’è il bello? Esiste il "bello in sè" alla maniera aristotelica?

h1

meraviglioso

febbraio 9, 2009

 

 Nonostante tutti i problemi che possono intralciare il suo normale fluire e le negatività insite, la vita è MERAVIGLIOSA. Unica. Non vale la pena struggersi, disperarsi e autolesionarsi. Gli amici, gli amori, gli affetti vanno e vengono, la vita no. Bisognerebbe davvero essere felici solo osservando un tramonto, scrutando un cielo stellato, inebriandosi con i profumi emanati dal mare, dalla natura. Questi erano spettacoli che mi riempivano il cuore di gioia quando ero più piccolina, sicuramente più di un orgasmo con un uomo che dice di amarti quando invece non sa nemmeno cosa vuol dire Amare.

Ho perso la capacità di emozionarmi in quel modo.

I problemi si risolvono affrontandoli, prendendo per le corna il toro (come direbbe una mia carissima amica ), non per questo bisogna optare per scelte estreme e irrazionali.